News Scienza e Tech

Quali organi attacca il Coronavirus

Il coronavirus attacca essenzialmente i polmoni lo sappiamo tutti ma questo perfido virus può intaccare in maniera rilevante anche altri organi del corpo umano come cuore, vasi sanguigni, intestino, reni e cervello. Vediamo in dettaglio:

Lo stomaco

L’infezione può diffondersi attraverso le mucose, dal naso fino al retto. Secondo gli esperti, quindi, il virus potrebbe anche essere in grado di infettare le cellule del sistema gastrointestinale e potrebbe essere il motivo per cui alcuni pazienti presentano sintomi come diarrea o indigestione.

Il fegato

Uno studio dimostra che alcuni danni al fegato sono stati segnalati da ricercatori dell’Università delle Scienze di Wuhan, la città da cui si è diffusa la pandemia nel mondo: questi studiosi sostengono però che, oltre al virus, i danni potrebbero essere stati causati dai farmaci utilizzati per curarlo. Il fegato è comunque un organo a rischio perché, una volta che il virus entra nel flusso sanguigno, può arrivare a qualsiasi parte del corpo infettandolo direttamente.

I reni

Il Coronavirus non risparmia neppure i reni: come per i pazienti di Sars e Mers (il 6%) anche Covid può fare lo stesso. Una ricerca ha dimostrato come i pazienti contagiati dal virus sviluppino facilmente una insufficienza renale acuta (27%) soprattutto se anziani o affetti da altre patologie come ipertensione atriale e insufficienza cardiaca.

Il cuore

Purtroppo, anche il cuore è sotto tiro: oltre ad una mancanza di ossigeno che può provocare un arresto cardiaco, non è rara una reazione immuno-infiammatoria con una sofferenza miocardica. Oltre all’infarto del miocardio, sono stati osservati anche dolori al torace per la pericardite, l’infiammazione del rivestimento del cuore e la miocadite, infiammazione del muscolo cardiaco.

Rischio di morte 4 volte più alto

Il 20% dei pazienti ricoverati per Covid-19 ha sofferto di danni cardiaci: molti di loro non avevano alcuna patologia cardiologica pregressa ed il loro rischio di morte era di quattro volte maggiore rispetto a chi non aveva accusato complicanze cardiache.

Il pancreas

Un altro organo vitale che viene danneggiato dal virus è il pancreas, che produce l’insulina. Non viene attaccato direttamente, ma lo è indirettamente nei pazienti diabetici. Durante un’infezione, aumenta la necessità di insulina ed il pancreas di un diabetico non ne produce più.

Il cervello

Il Coronavirus potrebbe creare problemi neurologici, anche prima della comparsa dei sintomi respiratori: ictus, convulsioni e delirio sono i sintomi più frequenti registrati in diversi casi clinici.

I problemi post-guarigione

Indipendentemente da dove colpirà il Covid, alcuni sopravvissuti potrebbero non riuscirsi a riprendersi del tutto e i danni potranno essere permanenti, soprattutto per quanto riguarda i polmoni.