Musica e Spettacolo

Metallica beffati ai Grammy dai Jethro Tull. Un 1989 tutto da ricordare

È accaduto nel lontano 1989, un evento che lasciò di sasso il mondo musicale, oramai passato alla storia come uno dei più clamorosi. In quell’anno i Jethro Tull gruppo progressive rock inglese furono premiati al Grammy Award come Migliore interpretazione Rock/Metal, strappando il titolo ai Metallica.

A trent’anni dal paradossale momento storico, Ian Anderson – leader della band di Blackpool – continua a pensare che quel premio sarebbe dovuto essere assegnato proprio a Hetfield e compagni. Tra i papabili vincitori, quell’anno, rientrarono gli AC/DC, Iggy Pop e appunto i Metallica e i Jethro Tull.

Proprio la band di Nothing Else Matters, reduce dal successo ottenuto con One, riteneva pressoché impossibile non classificarsi primi tra i migliori. Da un’intervista recente, Anderson asserì: “Non pensavo avessimo qualche probabilità di vincere il Grammy, e sì, ero un po’ perplesso e divertito quando fummo nominati in quella categoria”. Non mancarono le critiche non solo mosse dai fan, ma anche dai presentatori e da alcuni artisti presenti alla premiazione.

Da quel momento dunque, gli organizzatori ufficiali decretarono la divisione della categoria in due sottocategorie, hard rock ed heavy metal, proprio per evitare il ripetersi di spiacevoli e inaspettate delusioni.

Francesco Tusa