Musica e Spettacolo

L’Intervista di Miguel Bosè. Negazionista sul Covid, l’artista si è raccontato a viso aperto

Miguel Bosé ha recentemente concesso una lunga intervista al giornalista spagnolo Jordi Évole (la prima dopo cinque anni di silenzio), nella quale ha parlato a viso aperto di tanti argomenti delicati: la sua dipendenza dalle droghe, la morte della madre (ndr Lucia Bosè) e la sua posizione negazionista riguardo alla pandemia da Covid19. Tanto che ha voluto svolgere l’intervista a El Pais, senza mascherina.

Il cantante spagnolo, infatti, conduce da tempo una campagna contro la sussistenza della pandemia, negandola di fatto.

Nell’intervista ha anche affrontato il tema della morte di sua madre, ribadendo – a suo dire – che la polmonite della madre non è stata una conseguenza del Covid 19. ha poi parlato della sua dipendenza dalle droghe. “Pensavo che fossero  necessarie per la mia creatività. Ma da un giorno all’altro le droghe smettono di essere tue alleate e diventano il tuo nemico”.

“Non andavo più nei locali, ma mi facevo lo stesso tutti i giorni. Sono arrivato a consumare quasi 2 grammi di cocaina al giorno, oltre a fumare marijuana e a prendere pastiglie. Con questa roba ho smesso solo 7 anni fa, ma è per sempre”, ha dichiarato Miguel Bosè al giornalista.

Ha quindi affrontato la questione che lo vede contrapposto legalmente al suo ex compagno, Nacho Palau.

Il cantante vive attualmente in Messico dove è impegnato nel talent La vox Mexico.