Curiosità News

I miti e le leggende

Il tempo dei miti e delle leggende è tramontato da molti secoli. La luce degli dèi non splende più sul monte Olimpo, la Grecia non è più quella di Giove ed Ercole. Se il crepuscolo delle civiltà avviene per decadenza dei costumi e corruttela, quello dei miti è avvenuto perché improvvisamente l’uomo ha cessato di immaginarli e pensarli.

Parlerò principalmente dei miti greci e del corollario di leggende che si dispiegano nell’alveo della cultura ellenica. Mentre l’Europa del nord è legata alle storie pre-cristiane della mitologia norrena, i popoli del bacino del Mediterraneo trovano negli dèi dell’Olimpo le radici primigenie della loro cultura.

Ai miti si affidò il compito di spiegare le cose del mondo, altrimenti inspiegabili. Prima di ogni religione, scienza e forma di scrittura i cantori epici, rapsodi e aedi della Grecia antica, narravano vicende di divinità ed eroi protagonisti di fantastiche avventure, capostipiti e fondatori di popoli e città, capaci di imprese prodigiose, dotati di forza, coraggio e bellezza, le personalità mitiche del mondo ellenico vivono in ogni fenomeno a cui occhio umano assiste. Apprendiamo così le avventure del fedifrago Zeus (Giove) e della moglie Era (Giunone), le meravigliose imprese di Perseo, il mito di Prometeo e della creazione dell’uomo, la favola di  Amore e Psiche (Apuleio), le vicende della guerra di Troia  (Iliade), la straordinaria storia di Odisseo e di numerosi altri, le cui gesta furono tramandate di generazione in generazione e che ancora nel mondo odierno ci appaiono come simboli delle passioni e delle speranze umane.

LEGGILO TUTTO SU IL QUORUM

Giuseppe Cetorelli