Musica e Spettacolo

Democrisia è il nuovo singolo di Luca Bassanese in download gratuito

Appena uscito in digitale il nuovo singolo di Luca Bassanese cantautore ironico e pungente, da sempre attento alle tematiche sociali ed ambientali. E non si smentisce anche questa volta con Democrisia il nuovo singolo che parla della crisi della democrazia, è scaricabile gratuitamente ancora per un po’ e anticipa l’uscita del suo nuovo album Piazza Bassanese Volume 2.

Coosciuto dal grande pubblico non solo per la sua musica, ma anche grazie al grandissimo lavoro che durante i mesi di lockdown ha fatto per creare un luogo virtuale definito Piazza Bassanese in cui ogni giorno si davano appuntamento tantissime persone da tutte le parti del mondo per stare insieme e ascoltarela musica e le parole che generosamente Luca ha donato loro nelle tantissime ore di diretta quotidiana.

“Albert Einstein disse che la crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi”. – Così esordisce il cantautore vicentino Luca Bassanese all’uscita del suo nuovo singolo Democrisia – “La creatività nasce dall’angoscia come il giorno nasce dalla notte oscura… chissà se in questa Demo-crisia troveremo la chiave per andare oltre le angosce quotidiane e ritrovarci a danzare ancora una volta sotto ad un palcocon un inno alla vita!”.

Democrisia

Il brano Democrisia è colonna sonora dell’opera omonima di prima categoria dei maestri Lebigre&Roger al Carnevale Universale di Viareggio 2021.

“Democrisia risuona tra i viali a mare ed ogni maschera diviene racconto, testimonianza, commedia dell’arte della vita. Siete pura meraviglia – dichiara  Bassanese in merito al brano – o voi che create sogni nella magica fabbrica del Carnevale di Viareggio che andate oltre ogni facezia per riportare la narrazione dell’esistenza lungo le vie del mare, dove un adulto riscopre la sua essenza dietro ad una maschera danzante, mano nella mano assieme a tutti i figuranti e le maestranze che creano vortici di bellezza strabordante, enorme, immaginifica, per riportarci a comprendere il senso della vita dentro gli occhi di un bambino”.