Comunicati Stampa Scienza e Tech

Da gennaio cambia ancora la fatturazione elettronica

La fattura elettronica è una delle più grandi rivoluzioni in ambito fiscale introdotte in Italia negli ultimi anni: è uno strumento utilizzabile da tutti, si compila e si archivia in modo molto semplice e il controllo da remoto è accessibile da qualunque piattaforma elettronica. Consente una completa automazione e integrazione dei processi tra le varie parti e una riduzione dei costi. Il suo ingresso nel mondo fiscale è legato alla digitalizzazione delle imprese e allo sviluppo del mercato digitale.

Questo utilissimo strumento dal 1° gennaio 2021 diventa ancora più evoluto. Lo scorso aprile, infatti, l’Agenzia delle Entrate ha previsto un aggiornamento delle specifiche tecniche del tracciato XML della fattura elettronica per far fronte alle richieste degli operatori e delle associazioni di categoria. A cambiare sono le regole di predisposizione delle fatture elettroniche, che raccolgono informazioni più specifiche e dettagliate.

In questo modo l’Agenzia delle Entrate può predisporre delle bozze di dichiarazioni precompilate per professionisti e imprese.

Con le nuove specifiche tecniche per la fatturazione elettronica sono notevolmente maggiori le tipologie di documenti che possono essere emessi e trasmessi al Sistema di interscambio.

Per consentire alle partite IVA di adeguarsi alle novità e capire al meglio cosa cambia, le nuove specifiche tecniche diventeranno obbligatorie dal 1° gennaio 2021.

Dal 1° ottobre e fino al 31 dicembre 2020 il Sistema di interscambio SdI accetterà fatture elettroniche e note di variazione predisposte sia con il nuovo schema che con quello ancora in vigore: tale periodo transitorio è stato previsto per garantire la continuità dei servizi e il graduale adeguamento alle nuove specifiche.

I titolari di partita IVA e le imprese potranno arrovellarsi per capire come funziona il nuovo formato o affidarsi a un buon software. Il mercato è pieno di software e servizi per tutti i gusti: quelli che emettono poche o molte fatture, quelli con la possibilità di integrarli o no con il proprio sistema gestionale, con servizi evoluti o basilari per la contabilità ed eventuali opzioni per gestire anagrafiche clienti, impostare i diversi regimi fiscali, analisi vendite…

Uno dei più completi è Finson Aquila 15, che da 25 anni accompagna le piccole e medie imprese nella gestione della contabilità aziendale.

Concepito per permettere di seguire tutta la contabilità ordinaria in partita doppia della propria azienda, consente di gestire anche i magazzini, clienti e fornitori, agenti, documenti e tanto altro.

Grazie all’integrazione del CRM, Finson Aquila 15 è in grado di seguire le attività del marketing e delle vendite. Il programma, infatti, tiene traccia di tutte le comunicazioni e attività intercorse con i clienti, attuali e potenziali, permettendo di sviluppare opportunità commerciali nuove.

Consente di gestire senza limiti la contabilità per più aziende, prevedendo anche molteplici postazioni in rete locale per lavorare contemporaneamente.

Funziona con Windows 7, Windows 8 e 8.1, Windows 10 e non richiede configurazioni hardware particolari. È acquistabile e scaricabile direttamente su www.finson.com (dove è possibile utilizzare tutti i sistemi di pagamento più comuni) o presso uno dei rivenditori autorizzati presenti su tutto il territorio nazionale.

Per avere una conoscenza più dettagliata è possibile scaricare su www.finson.com la demo completa del programma.

https://www.finson.com/software/gestionali/contabilita-aziendale-completa/software-contabilita