Musica e Spettacolo

Andrea Licciardo: Un fiore dipinto di rosa

Il secondo inedito di Andrea Licciardo è “Un fiore dipinto di rosa”. Un testo che racconta del suo io, del prima e del dopo. Dalla paura di essere giudicato, fino alla consapevolezza di voler essere se stesso. Un percorso che ha permesso ad Andrea di crescere soprattutto artisticamente regalandoci questo nuovo straordinario inedito. Il brano “UN FIORE DIPINTO DI ROSA” è stato tra l’altro finalista nel prestigioso premio “Mia Martini”.

 

Il testo racconta di Andrea e del suo cambiamento. Del percorso che ha fatto per diventare la persona che è oggi.
“Racconta l’artista: “Mi sentivo giudicato da chi mi guardava come un diverso solo perché avevo deciso di vivere accanto a persone del mio stesso sesso. Non ho avuto un vita facile specialmente durante l’infanzia. Avevo dei grandi conflitti e non riuscivo ad accettare che questa cosa stesse capitando proprio a me… Temevo tutto e tutti: la società, la mia famiglia e i miei amici. Ero terrorizzato al solo pensiero di essere giudicato e magari rifiutato da chi amavo tanto. Decisi allora di trasferirmi a Milano dove ho vissuto per 5 anni.
Lontano e soprattutto libero di essere me stesso ho affrontato questa esperienza con coraggio e determinazione; così sono cresciuto e mi sono fortificato. Grazie a questa esperienza ho capito che nel momento in cui accetti te stesso le persone intorno a te faranno la stessa cosa. A quel punto sono tornato a casa libero dal pregiudizio, e consapevole del mio valore come persona.

Il brano è stato finalista al premio MIA Martini dopo aver superato la selezioni a Scalea e le finali radiofoniche mi sono ritrovato alla finalissima di Bagnara Calabra. Un’esperienza che mi ha fatto crescere emozionandomi molto, tanto che sento ancora il brivido di quei giorni.

La 25 esima edizione del premio è stata condotta da Fatima Trotta, una brava presentatrice che ci ha fatto sentire a nostro agio sul palco.

Il brano ha avuto più di 60mila visual su YouTube ed oltre 5 mila click in streaming, quindi ha sicuramente riscontrato un discreto successo, girando anche in radio.

E’ una canzone ha cui tengo molto perché scritta in un momento non facile, prima di scoprire il mio vero io.

Grazie al premio “Mia Martini” ho anche conosciuto grandi artisti ed il prossimo 19 dicembre sarò ad Avezzano per la prima edizione del Santa Claus Calling, un gran galà di beneficenza a favore delle popolazioni meno fortunate”.